Litotripsia endoscopica laser nei cheloni: due casi

Nei cheloni la formazione di calcoli vescicali è una presentazione comune e la rimozione chirurgica mediante cistotomia risulta particolarmente invasiva. L’obiettivo dei casi qui descritti è di riportare l’esperienza degli autori nell’impiego del laser ad Olmio:YAG per la frammentazione di calcoli vescicali in 2 cheloni. Si diagnosticava una calcolosi vescicale in una tartaruga dalle orecchie rosse (Trachemys scripta elegans) (Caso 1) ed in una testuggine marginata (Testudo marginata) (Caso 2). La litotripsia con laser Olmio:YAG si eseguiva con successo nel caso 1, caratterizzato da un calcolo di dimensioni ridotte, mentre risultava inefficace nel caso 2, caratterizzato da un calcolo di circa 10 cm di diametro, in cui una sessione di 5 ore di litotripsia risultava in un minimo scalfimento dello stesso. In conclusione, in corso di calcolosi la litotripsia laser nei cheloni è una procedura tecnicamente eseguibile in corso di calcoli dalle dimensioni contenute e meno invasiva rispetto alla piastronotomia. Vista l’occorrenza di calcoli di grandi dimensioni nei cheloni vanno pianificate sessioni di litotripsia particolarmente lunghe ed eventualmente ripetute.

Additional Info

  • Authors: Nardini G., Bielli M., Nicoli S., Corlazzoli D., Selleri P., Leopardi S., Di Girolamo N.
  • Year: 2014
  • Reference: Veterinaria Anno 28, n. 6, Dicembre 2014
  • Pages: 33 - 37
Download attachments:
  • pdf PDF (1885 Downloads)
Read 2187 times

Advanced Search