Le dermatofitosi nel cane e nel gatto nell'Italia meridionale: valutazioni epidemiologiche e diagnostiche

Negli anni 1999-2002 sono stati analizzati 268 cani e 156 gatti con lesioni cutanee compatibili con dermatofitosi. Le tecniche diagnostiche utilizzate sono state la lampada di Wood, l'esame microscopico e l'esame colturale dei peli e delle croste. I dermatofiti sono stati isolati dal 20,5% dei cani e dal 28,2% dei gatti. Microsporum canis Å stato il dermatofita pi¥ frequentemente isolato dai cani e dai gatti (77,7%) seguito da Microsprum gypseum (10,1%) e Trichophyton terrestre (7%). I cani e i gatti di etê inferiore ad un anno, i cani maschi e quelli di razza Yorkshire sono risultati pi¥ frequentemente positivi. L'estate e l'autunno sono risultate le stagioni con una pi¥ elevata frequenza di isolamento di M. canis nei gatti. Dei 77 campioni positivi all'esame colturale per M. canis solo il 45,5% Å risultato positivo alla lampada di Wood e il 53,3% all'esame microscopico.

Additional Info

  • Authors: Cafarchia C., Romito D., Capelli G., Otranto D.
  • Authors note: 1Dipartimento di SanitÉ_ e Benessere Animale, FacoltÉ_ di Medicina Veterinaria, UniversitÉ_ degli Studi di Bari - 2Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie, Legnaro - Padova (Italy)
  • Year: 2005
  • Reference: Veterinaria, Anno 19, n. 2, Aprile 2005
  • Pages: 21 - 27
Download attachments:
  • pdf PDF (1346 Downloads)
Read 736 times

Advanced Search

Copyright © 2015 | VETERINARIA is the Official Journal of SCIVAC
SCIVAC | Via Trecchi 20, Cremona | Ph. +39 0372 403500 | F +39 0372 457091 | www.scivac.it | info@scivac.it | VAT-ID 00861330199
Use of cookies: to ensure functionality and navigation preferences This site uses cookies owners, in order to enhance the experience of its members, and reserves the use of third-party cookies to improve our services. For more information and to receive any instructions on the use of cookies please read our extended, pressing the End key accept the use of cookies.