Stafilococchi meticillino-resistenti negli animali d'affezione. Revisione della letteratura

Il presente lavoro Å una revisione della letteratura relativa al problema della meticillino-resistenza negli stafilococchi isolati negli animali d'affezione, con particolare riferimento a Staphylococcus aureus e Staphylococcus pseudintermedius. La meticillino-resistenza deriva dall'acquisizione del gene mecA, codificante per una transpeptidasi con bassa affinitê per i β-lattamici che rende i microrganismi resistenti a tutti gli antibiotici appartenenti a questa classe. La preoccupazione legata alla diffusione degli stafilococchi meticillino-resistenti deriva soprattutto dal fatto che tali batteri risultano spesso resistenti anche ad altre classi di antibiotici, quali aminoglicosidi, macrolidi, tetracicline e fluorochinoloni, caratteristica che rende le infezioni molto difficili da trattare. La ricerca di mecA mediante tecniche molecolari rappresenta il gold standard per la diagnosi di meticillino-resistenza negli stafilococchi. Molto spesso vengono impiegate metodiche fenotipiche complementari, rapide e poco costose ma che sono state validate per S. aureus meticillino-resistenti d'isolamento umano. Sarebbe quindi opportuno che le condizioni di esecuzione venissero meglio definite anche per altre Staphylococcus spp., al fine di ottenere risultati attendibili per le specie d'interesse veterinario.

Additional Info

  • Authors: Michele Vanni, Valentina Meucci, Rosalba Tognetti, Luigi Intorre
  • Year: 2012
  • Reference: Veterinaria, Anno 26, n. 2, Aprile 2012
  • Pages: 19 - 28
Download attachments:
  • pdf PDF (2420 Downloads)
Read 1189 times

Advanced Search