(In)utilitê clinica dei test diagnostici

Un test diagnostico puÿ ritenersi utile da un punto di vista clinico quando Å in grado di aggiungere una quota rilevante d'informazioni al processo diagnostico. L'utilitê clinica non va confusa con l'accuratezza di un test, misurata mediante i parametri di Sensibilitê e Specificitê, in quanto Å funzione della probabilitê pre-test di malattia. Da questo punto di vista l'utilitê clinica Å specifica per ogni singola situazione che il clinico si trova a dover risolvere nella sua pratica quotidiana. Caso per caso potrê selezionare il test diagnostico i cui risultati positivi o negativi determineranno un rilevante cambiamento del giudizio diagnostico. In quest'ottica, indipendentemente dall'accuratezza diagnostica, il clinico potrê giudicare i differenti test come utili o inutili clinicamente. In questo lavoro si illustrano i principi teorici che supportano la definizione di utilitê clinica dei test diagnostici e si forniscono alcuni esempi tratti dalla pratica clinica.

Additional Info

  • Authors: Tranquillo V.M., Venco L., Genchi C.
  • Authors note: 1Osservatorio Epidemiologico Veterinario Regionale della Lombardia - Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell_▄_Emilia Romagna (Brescia) - 2Medico Veterinario LP Clinica Citta di Pavia (PV) - 3UniversitÉ_ di Milano (Milano)
  • Year: 2004
  • Reference: Veterinaria, Anno 18, n. 2, Aprile 2004
  • Pages: 41 - 49
Download attachments:
  • pdf PDF (1650 Downloads)
Read 1106 times

Advanced Search